Marketing: cos’è davvero

Home / Blog / Marketing: cos’è davvero

Marketing: cos’è davvero?

Marketing  è “Farci trovare da chi ha bisogno di noi”.

Spesso al marketing sono associate idee negative.

 Qualcuno pensa che fare marketing significhi rompere le scatole a chiunque. Oppure proporre i propri prodotti o servizi con insistenza (fino allo sfinimento del malcapitato che si arrende e acquista). O, addirittura, imbrogliare le persone per convincerle a comprare cose che non gli servono o che sono di cattiva qualità.

Ma non è così! Il marketing, se fatto bene, è tutt’altra cosa.

Marketing: cos'è davvero

Online puoi trovare tante diverse definizioni e un’infinità di informazioni, tecniche e strategie. Però, alla fine, la parola “marketing” deriva da market, che, molto semplicemente, significa “mercato”.  E “fare mercato”,  vuol dire creare un luogo di incontro, dove i bisogni delle persone trovano risposte e soluzioni.

Il marketing, come tanti altri settori, è stato a lungo appannaggio maschile, e così si è diffuso un linguaggio legato ad attività tipicamente “da uomini”, ma che in realtà poco hanno a che fare con la vendita e con l’attenzione per il cliente.

Se vuoi qualche esempio, basta pensare a termini tecnici come “targhet”, o “guerrilla marketing”…

Non c’è da stupirsi quindi se poi, nell’immaginario collettivo, il marketing viene associato a qualcosa di negativo.

Abbiamo visto però che, in realtà fare marketing è ben diverso e più complesso.

A  volte viene vista e sviluppata solo la componente legata a competizione e profitto, il che ci porta fuori strada, specialmente se vogliamo ragionare sul lungo periodo, facendo crescere il nostro business nel tempo.

Fai un parallelo proprio con le bancarelle del mercato! Immagina di andare come cliente, perché ti serve un buon prodotto, ad esempio,  per cucinare. Quando arrivi il mercato è affollato e c’è tanta offerta. Hai quindi bisogno di punti di riferimento e di diversi canali per orientarti e decidere. La tua attenzione può essere attirata da una certa bancarella perché è più colorata e vistosa. Oppure perché ha un aspetto più pulito e curato, perché i prodotti sono esposti in modo migliore, perché ci sono cartelli belli grandi che spiegano il prodotto o evidenziano un prezzo conveniente …  O magari vai a colpo sicuro, su consiglio di un’amica o di qualche conoscente.

In ogni caso chi gestisce le bancarelle, ha sicuramente bisogno di attirare la tua attenzione e invogliarti a comprare, ma ha altrettanto bisogno di soddisfare la tua esigenza (trovare un buon prodotto) e instaurare un buon rapporto, perché altrimenti, difficilmente comprerai una seconda volta, e difficilmente consiglierai a qualcun altro lo stesso acquisto.

E’ meglio quindi lasciare da parte sistemi di marketing aggressivi e poco trasparenti (che possono portare risultati rapidi, ma di breve durata), e scegliere metodi etici, onesti e rispettosi del cliente.

Quindi come fare marketing nel modo migliore per te?

Ecco qualche consiglio:

  • Conosci te stessa e il prodotto/servizio che offri

Se tu stessa  non hai ben chiaro il motivo per cui le persone dovrebbero scegliere proprio te, come fai a spiegarlo a potenziali clienti? Se tu per prima non sai cos’ha  di diverso il tuo prodotto o servizio rispetto a quello degli altri, come fai a proporlo con convinzione?

  • Conosci le persone a cui ti rivolgi (il tuo target, la tua buyer persona)

Se non sai di cosa hanno bisogno i tuoi clienti, come fai ad aiutarli? Se non conosci le loro esigenze, le loro abitudini, il loro linguaggio, dove si trovano (online e offline), come fai a comunicare con loro nel migliore dei modi?

  • Tieni conto della concorrenza: distinguiti e crea collaborazioni

Guarda chi offre prodotti e servizi che soddisfano gli stessi bisogni a cui ti rivolgi anche tu. In cosa ti differenzi? Può essere qualsiasi cosa! Basta che sia coerente con te e significativa per i tuoi clienti (effettivi e potenziali).

Considera che un concorrente può anche essere (o diventare) un collega e qualcuno con cui confrontarsi e collaborare. E se ci si differenzia è più facile.

  • Coltiva relazioni

Con i tuoi clienti naturalmente! Perché è bello instaurare un rapporto di fiducia, e di scambio. Più conosci i tuoi clienti, più sai come farli contenti.  E fa bene anche al tuo business: i clienti soddisfatti e fiduciosi tornano da te e ti fanno buona pubblicità.

Ma coltiva relazioni anche con chi non ha ancora comprato nulla (tra l’altro non è detto che chi non acquista ora non lo faccia in futuro). Se si condividono valori comuni le relazioni sono sempre una ricchezza reciproca, anche quelle con i competirors (vedi punto precedente).

  • Scegli i canali più adatti per comunicare con le persone interessate a ciò che offri

Non è obbligatorio essere ovunque. Scegli i canali di comunicazione in base ai punti precedenti. I canali migliori sono quelli che ti permettono di ”parlare” con le persone che hanno bisogno dei tuoi prodotti o servizi, nel modo più semplice e coerente per te.

  • Tieni conto della complessità del marketing . Infatti sarebbe più giusto parlare di marketing mix 😉

Il marketing non è solo la pubblicità. E’ anche la tua presenza sui social, il design dei biglietti da visita, il pre e post vendita, il packaging dei tuoi prodotti …

  • Utilizza un’identità visiva chiara e coerente

La dimensione visiva è moto importante nella comunicazione. Per questo un’identità grafica ben studiata e ricorrente (sui diversi canali e nei vari contesti) è un aiuto sostanziale per emergere, essere riconosciute, far arrivare il proprio messaggio, essere ricordate più facilmente.  

  • Scegli gli strumenti più efficaci per te

In una giornata abbiamo 24 ore, e non c’è solo il lavoro. E’ quindi importante individuare gli aspetti più importanti sui quali concentrare la nostra attenzione e le nostre risorse. E trovare strumenti efficaci che ci permettano di ottimizzare il tutto (tempo, soldi, ecc).  

In base alla nostra tipologia di prodotto/servizio, al nostro stile, alle persone a cui ci rivolgiamo, possiamo (e dobbiamo) creare il nostro personale e unico marketing & tool mix.

Ogni punto potrebbe essere ampliato, ma mi sono già dilungata troppo! Ti lascio quindi segnalandoti alcune risorse che penso possano essere utili al tuo marketing.

Risorse che potrebbero esserti utili:

  • Workbook “Parti o riparti con il tuo brand” (per impostare al meglio le basi del tuo business o fare un bel checkup se la tua attività è già avviata)
  • Guida ai “4 ingredienti per una comunicazione efficace” (per arrivare ai tuoi destinatari ed essere capita)
  • Planner giornaliero stampabile (per organizzarti tenendo conto delle priorità, ma anche di te stessa)
  • Canva per creare la grafica della tua comunicazione. (E se hai bisogno di una mano, sta arrivando un corso apposta)

P.S: sono tutte gratuite!

Per approfondire:

Un articolo interessante sul  guerilla marketing (spoiler, non c’è bisogno di scavare buche o posizionare trappole per farci finire dentro i clienti)

Memo – Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo! Potrebbe essere utile anche a qualcun’altro. E se ti è servito ricordati di salvarlo (per esempio su Pinterest o su Mix!) per ritrovarlo facilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *