Come usare Pinterest per il tuo business

Home / Blog / Come usare Pinterest per il tuo business

Pinterest per il tuo business: come puoi usarlo?

Pinterest può essere uno strumento fantastico per far crescere il tuo business.

In Italia, da questo punto di vista è davvero sottovalutato, ma ha grandissime potenzialità!

E’ un peccato non conoscerlo (e non utilizzarlo al meglio).

Ma, partiamo dall’inizio.

Cos’è Pinterest?

Pinterest è un social. Ma è anche, e soprattutto, un motore di ricerca (un po’ come Google, ma in versione più divertente, coinvolgente ed esteticamente wow).

Su Pinterest, come in tutti i social, hai un feed (anzi 3) e puoi interagire con gli altri utenti in molti modi.

E forse hai già capito perché Pinterest può essere un perfetto alleato per la tua attività e per la tua comunicazione.

Le persone interessate a ciò che fai possono seguirti, interagire con i tuoi pin, contattarti, ma soprattutto possono trovarti!

Anche se non ti conoscono (ancora) 😉

E questo rende Pinterest una piattaforma assolutamente da valutare, anche se parti da zero con il tuo business.

Naturalmente però non basta registrarsi per avere un sacco di visualizzazioni (e le visualizzazioni non sono l’unico metro di misura per vedere se il nostro profilo sta andando bene).

Come far crescere la tua attività grazie a Pinterest

Per prima cosa, crea un account aziendale. Non un profilo privato.

Non farti spaventare dal termine aziendale, pensando che sia riservato a srl o società strutturate.

E’ semplicemente la tipologia di account dedicata a chi usa Pinterest per la propria attività.

L’account aziendale ti permette di avere molte funzionalità in più (per esempio, analitycs, video pin, pin storia…) ed è totalmente gratuito.

Cura la SEO

La prima cosa che puoi fare in questo senso è metterti nei panni di chi ha bisogno di te e di ciò che fai.

Cosa digita sulla tastiera il tuo cliente ideale quando cerca una soluzione al suo problema, la risposta migliore alla sua esigenza, il prodotto o servizio da acquistare?

Ecco, queste parole dovranno essere presenti anche nel tuo account: nelle bacheche, nei titoli dei pin, nelle descrizioni…  

Naturalmente la Search Engine Optimization, si applica non solo su Pinterest, ma anche sul sito, sul blog, su YouTube… Se vuoi approfondire, ti segnalo un articolo di Antartika specifico sulla SEO per Pinterest e uno più generale di SparkyLab (qui trovi anche servizi personalizzati in questo campo).

Cura la grafica

Pinterest ti propone i risultati di ricerca in veste visuale, per immagini. Quindi è importante curare l’aspetto visivo dei puoi pin.

I pin possono essere di varie tipologie:

  • Immagine
  • Carosello
  • Video
  • Storia
  • Sponsorizzato

Ma in ogni caso dovrebbero avere un’estetica riconoscibile, piacevole, funzionale, chiara, coerente, adeguata alla piattaforma per quanto riguarda qualità e dimensioni. Se vuoi approfondire ho scritto un articolo dedicato proprio a come creare pin immagine efficaci, e uno sulla brand board (strumento utilissimo per mantenere una grafica e un’identità riconoscibile e personale)

Un altro elemento importante da inserire nei tuoi pin è il logo.

Collega (davvero) Pinterest al tuo business

Naturalmente Pinterest, come qualsiasi altro social o canale di comunicazione, non va usato “fine a se stesso”. Ma inserito in una visione più ampia, come parte del processo continuo di creazione, crescita ed evoluzione della nostra attività.

Pinterest, si presta perfettamente a questa intergazione, perché può essere collegato facilmente al sito, al blog, a Instagram e a Etsy. Puoi farlo nelle opzioni del tuo account e quando questi canali saranno verificati, la tua immagine profilo Pinterest comparirà sotto ai tuoi contenuti (così saranno subito riconoscibili) e potrai abilitare i rich pin.

Ma il vero collegamento lo fai tu creando sinergia tra i vari canali.

Per esempio, crea contenuti seguendo un filo logico coordinato con il tuo piano marketing ed editoriale.

Quando crei un blog post ottimizzalo perché sia facilmente pinnabile (condivisibile) su Pinterest, e viceversa, quando crei un pin su Pinterest ottimizzalo perché aiuti le persone ad arrivare sul tuo sito.

P.S.: Se ci fai caso, nei miei post c’è sempre almeno un’immagine in formato verticale che è il preferito di Pinterest.

Pinterest è uno strumento, una possibilità, poi sta a noi valutare se e come può essere integrato nella nostra comunicazione, nel nostro piano editoriale e di marketing.

Lo strumento è importante, ma altrettanto importante (e anzi ancora di più) è come noi lo utilizziamo.

Ti piacerebbe approfondire l’uso di Pinterest al servizio del tuo business?

Ti piacerebbe capire se Pinterest può fare al caso tuo?

Ho preparato un webinar gratuito in cui te ne parlo!

L’iscrizione per accedere è semplice e veloce, e potrai vedere subito il webinar, direttamente sul sito.

Ti è piaciuto questo post? Pensi possa essere utile anche a qualcun altro? Salvalo o condividilo <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *